Mondiali: cade dal tetto dello stadio di Manaus. Muore operaio in Brasile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2013 20:31 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2013 20:31
Mondiali: cade dal tetto dello stadio di Manaus. Muore operaio in Brasile

Mondiali: cade dal tetto dello stadio di Manaus. Muore operaio in Brasile

RIO DE JANEIRO  – Incidente mortale allo stadio di Manaus, dove l’Italia esordirà ai mondiali di calcio il prossimo 14 giugno contro l’Inghilterra. Un operaio è deceduto cadendo dalla copertura dell’Arena Amazzonia: la conferma è stata data dalla Fifa e dal comitato organizzatore del torneo iridato in programma in Brasile.

L’incidente mortale – secondo quanto riporta il sito brasiliano globoesporte.com – è avvenuto all’alba di oggi 14 dicembre. L’operaio, Marcleudo de Melo Ferreira, di 22 anni, sarebbe caduto da una altezza di 40 metri mentre stava lavorando all’istallazione del tetto dello stadio che ospitera’ quattro partite della prima fase dei prossimi mondiali, tra cui quella dell’esordio dell’Italia contro l’Inghilterra. Il giovane, precipitato sui seggiolini, è stato trasportato in ospedale, ma è morto poco dopo il ricovero per la gravità delle ferite riportate nella caduta. La Fifa e il comitato organizzatore della Coppa del Mondo “hanno appreso della morte del lavoratore con grande tristezza – si legge in una nota ufficiale -.

Vorremmo inviare le nostre più sincere condoglianze alla sua famiglia, a parenti, colleghi e amici”. In una nota, il responsabile dei lavori dell’Arena Amazzonia ha ribadito ”l’impegno per la sicurezza di tutti i dipendenti” ed ha annunciato una indagine interna sulle cause dell’incidente”. Quello di oggi è il secondo incidente mortale verificatosi durante i lavori per il Mondiale allo stadio di Manaus: lo scorso mese di maggio un altro operaio era morto cadendo da un’altezza di 5 metri: in seguito a questo incidente il ministero del lavoro aveva espresso preoccupazione per le precarie condizioni di lavoro degli operai. Fino ad ora sono già tre gli stadi che ospiteranno gare dei prossimi Mondiali dove si sono verificati incidenti mortali.