Nuova Zelanda, i mondiali di rugby un affare per le prostitute

Pubblicato il 9 Settembre 2011 19:11 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2011 19:15

CHRISTCHURCH – In Nuova Zelanda non aspettano altro: i mondiali di rugby partono oggi, venerdì, e in molti aspettano di fare affari. Nel Paese arriveranno infatti 95mila visitatori, un record da quelle parti evidentemente, e c’è chi ha fiutato un affare non proprio legato allo sport. Arriveranno soprattutto uomini, quindi, le “lavoratrici del sesso” pensano a guadagni di tutto rispetto. La prostituzione nel Paese è legale, e non stupisce che fioriscano attività e manifestazioni di vario genere nel settore.

Una donna intervistata dal New Zealand Herald ha spiegato: “Molti clienti stranieri saranno sorpresi nello scoprire che qui la prostituzione è stata depenalizzata e quindi il sesso è…facile da ottenere”.