Monica Lewinsky testimonial anti-bullismo. “Io (quasi) come Tyler Clementi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2015 14:30 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2015 14:31
Monica Lewinsky testimonial anti-bullismo. "Io quasi come Tyler Clementi"

Monica Lewinsky (Foto Reuters)

VANCOUVER – Monica Lewinsky paladina contro il bullismo. Fa parte anche questo della seconda vita della stagista più famosa del mondo. Anni, decenni dopo la relazione con l’allora presidente americano Bill Clinton (correva l’anno 1998) la Lewinsky torna a fare parlare di sé. E soprattutto a parlare.

Lo scorso maggio rilasciò un’intervista a Vanity Fair in cui raccontava la fatica di sopravvivere ad una storia come quella da lei vissuta alla Casa Bianca. Adesso calcherà il palco del TED del 19 marzo prossimo a Vancouver, in Canada. Andrà a parlare di bullismo, di come affrontarlo, e suggerirà ai media di essere più “sicuri e compassionevoli” in quello che trasmettono.

Per rendere chiaro che cosa intenda, Lewinsky ha citato Tyler Clementiil ragazzo di 18 anni che si suicidò dopo essere stato a lungo deriso perché gay. Monica dice che c’è lui dietro la sua decisione di tornare a parlare tanti anni dopo lo scandalo più famoso degli ultimi tempi. Ha detto di essere stata anche lei tentata dal suicidio dopo che la storia con Clinton era finita sui media. Alla fine, però, lei è sopravvissuta. E ora torna sulle scene per raccontare la propria storia.