Morbillo, 880 casi negli Usa: boom tra ebrei ortodossi a New York

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 maggio 2019 20:36 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2019 20:36
morbillo casi usa

Morbillo, 880 casi negli Usa: boom tra ebrei ortodossi a New York

NEW YORK – Sono saliti a 880 i casi di morbillo negli Stati Uniti nei primi cinque mesi del 2019, con 41 nuovi casi di contagio nell’ultima settimana, dei quali trenta nel solo Stato di New York, in gran parte legati alle comunità ebraiche ortodosse dove il vaccino è vietato. In tutto il 2018 erano stati 372. I dati, annunciati dai Centers for Disease Control and Preventions, stabiliscono il nuovo record per quella che è la più grave epidemia dal ’94, anno in cui il morbillo venne dichiarato estinto.

Rispetto agli anni scorsi, i casi sono aumentati fino a dieci volte: 372 nel 2018, 120 nel 2017 e 86 nel 2016. Il dato positivo, però, è che i casi dovrebbero diminuire con l’avvicinarsi dell’estate, anche se non sono chiari i motivi: potrebbe incidere il fatto che i bambini non stanno più a scuola tutti insieme, riducendo i contatti, ma anche le alte temperature che, come nel caso del virus dell’influenza, hanno un effetto neutralizzante. (fonte AGI)