Mosca, manager belga Bruno Charles De Cooman precipita dalla finestra. E’ giallo

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 agosto 2018 6:15 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2018 21:13
Mosca, manager belga Bruno Charles De Cooman precipita dalla finestra. E' giallo

Mosca, manager belga Bruno Charles De Cooman precipita dalla finestra. E’ giallo (Foto Linkedin)

MOSCA – Giallo a Mosca, in Russia, per la morte di un uomo d’affari belga, deceduto in seguito ad una caduta da un edificio di 12 piani: il corpo di Bruno Charles De Cooman, 59 anni anni, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]
è stato trovato su un marciapiede, ai piedi del palazzo presso il quale risiedeva.

Non è ancora chiaro se il vicepresidente per la ricerca e sviluppo del gruppo russo Novolipetsk Steel, NLMK, sia “caduto da una finestra”, se si tratti di suicidio o di omicidio, ma alcune fonti della polizia hanno riferito ai media russi che pur essendo stata avviata un’indagine non sono stati riscontrati segni di lotta e non è considerato un caso criminale.

De Cooman è arrivato all’edificio di 12 piani sull’argine sul lato opposto del fiume Moskva dal Cremlino, in compagnia di un amico. Aveva in programma di salire nell’appartamento e subito dopo scendere ma dopo pochi minuti il corpo è stato trovato sul marciapiede dell’edificio, un palazzo residenziale dall’altra parte del fiume rispetto al Cremlino nato per ospitare ufficiali sovietici di alto rango: un terzo dei suoi abitanti negli anni ’30 scomparve durante le purghe staliniane e per questo l’abitazione è anche indicata come “Casa maledetta”. 

NLMK ha confermato la morte del manager. “Siamo sconvolti dalla notizia e inviamo le nostre sincere condoglianze ai parenti di Bruno”, ha detto in una dichiarazione Grigory Fedorishin, presidente del gruppo NLMK, di proprietà di Vladimir Lisin che Forbes elenca come uno degli oligarchi più ricchi della Russia; la compagnia offre lavoro a circa 2.500 persone in Europa, con circa 1.000 in Belgio.