Cronaca Mondo

Mozambico, 17enne albino ammazzato e mutilato: “Rubati arti e cervello”

Mozambico, 17enne albino ammazzato e mutilato: "Rubati arti e cervello"

Mozambico, 17enne albino ammazzato e mutilato: “Rubati arti e cervello”

ROMA – Un ragazzo albino di diciassette anni è stato ucciso e mutilato in Mozambico. Dal corpo dell’adolescente, come si legge sui media locali, sarebbero stati rubati gli arti, i capelli e anche il cervello.

Gli assassini gli hanno amputato gli arti, portando via le ossa e i capelli, e dopo avergli fracassato il cranio hanno portato via il cervello, ha spiegato un responsabile locale. La tragedia si è verificata nel distretto di Moatize, nella provincia di Tete. Un portavoce della polizia ha detto che sul caso è stata aperta un’indagine “per fermare i responsabili di questo macabro crimine”.

Gli albini spesso vengono uccisi in Africa e parti del corpo vengono utilizzate per rituali di stregoneria. Questo perché, secondo le credenze popolari, con loro si possono fabbricare amuleti contro il malocchio o per curare malattie e portare ricchezza. Talvolta sono gli stessi familiari delle vittime a farsi carico di questi macabri guadagni.

To Top