Stiletto lifting, ballerine o tacchi alti? Con il botox passa la paura

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 dicembre 2016 7:02 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2016 2:02
Stiletto lifting, ballerine o tacchi alti? Con il botox passa la paura

young woman massaging his feet outdoorsStiletto lifting, ballerine o tacchi alti? Con il botox passa la paura

LONDRA – Per molte donne, l’approssimarsi delle feste natalizie significa ritrovarsi di fronte a un dilemma: indossare scarpe basse, ad esempio delle ballerine o passare la notte ballando su un paio di tacchi stiletto per poi pentirsene amaramente il giorno dopo?

Sembra che moltissime fan della vita mondana abbiano trovato la soluzione, seppure un po’ drastica, al problema: una combinazione di botox e dermal fillers iniettata sulla pianta del piede, che trasformerebbe le scarpe col tacco in comodissime ballerine, assicura il Daily Mail.

Oltre che sul red carpet calcato dalle star, questo tipo di soluzione sta spopolando anche tra le donne in carriera, che non riescono a rinunciare alle scarpe alte; con l’avvento delle feste, la richiesta di questo trattamento è raddoppiata, tanto da coniare anche il nome: “stiletto lifting”.

“La mia clientela è molto varia, dalle donne in carriera fino alle pensionate con una vita sociale molto intensa” commenta il dott. Tijion Esho, che esegue questo tipo di trattamento nelle cliniche Esho, a Newcastle e Londra.

“Ciò che accomuna queste donne, è un’agenda molto fitta d’impegni” spiega il medico. Emma English, trentenne inglese, ha deciso di eseguire il lifting a novembre, così da non farsi trovare impreparata per le feste.

Come molte donne piccole di statura, Emma non riusciva  a rinunciare ai tacchi, nonostante il giorno dopo patisse grandi dolori ai piedi: la mamma ha così deciso di farle un regalo di Natale anticipato e le ha regalato il lifting, che costa circa 800 euro.

E’ un’alternativa sicuramente più drastica e costosa rispetto  ai cuscinetti di gel, che si inseriscono direttamente nelle scarpe e hanno il modico prezzo di circa 7 euro; proprio come i cuscinetti, il lifting riempie il piede nei punti dove il peso preme sulla pianta. Oltre a riempire, il botox avrebbe anche la funzione di prevenire gonfiori e sudorazione eccessiva e il dott. Esho quest’anno ha eseguito il trattamento su 223 donne, quasi tutte tra i 45 e i 60 anni.

C’è molta richiesta anche tra le donne di una certa età, perché la pelle sotto al piede si assottiglia, causando molto dolore a chi indossa tacchi alti. Come agente, uso l’acido ialuronico, già presente naturalmente nel corpo, aggiungendo poi del botox dove necessario” spiega Esho.

Alcuni esperti, tuttavia, mettono in guardia sul trattamento, che sembra comporti qualche rischio:”Qualora si eccedesse con il filler, ovvero la sostanza riempitiva, si potrebbero avere dolori in altre parti del piede, rendendo quasi inutile l’operazione”, spiega Margaret Dabbs, podologa.

“I pazienti che si sottopongono a questo trattamento devono sapere bene quale filler verrà usato. Alcuni, infatti, potrebbero non essere assorbiti in maniera giusta dall’organismo e diventare pericolosi per la salute”