Peverzeva, miss anti-Putin al concorso Miss Earth: “La mia Russia saccheggiata”

Pubblicato il 20 Novembre 2012 17:21 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2012 21:01

Natalia Peverzeva, al concorso di bellezza Miss Earth denuncia i problemi che affliggono la sua Russia. Dopo le Pussy Riot è la nuova icona anti-Putin?

MOSCA – Spunta la miss anti-Putin al concorso di bellezza Miss Earth. “Un manipolo di eletti sta esaurendo tutte le ricchezze del mio Paese“, così Natalia Pereverzeva, 24 anni, ex miss Mosca 2010, dal palcoscenico delle finali in corso nelle Filippine ha duramente criticato il sistema politico-economico russo.Un’altra donna, dopo le Pussy Riot, attacca il potere di Vladimir Putin, scatenando una vivace polemica sui media russi: questa volta è stato il turno della bella e sensuale Peverzeva.

La mia Russia è un Paese grande e povero, che soffre, dilaniato da uomini senza scrupoli, disonesti e avari, che non hanno fede in niente – accusa la modella – La mia Russia è come un mendicante. Non riesce ad aiutare né gli anziani né gli orfani. Da essa, sanguinante, come da una nave che affonda, ingegneri, dottori e insegnanti sono in fuga, perché non hanno nulla per cui vivere. La mia Russia è come una guerra caucasica senza fine”, ha detto denunciando anche il crescente nazionalismo nel Paese.

L’invettiva di Pereverzeva, che al concorso rappresenta la Russia, ha diviso i suoi connazionali. Da un lato c’è chi l’accusa di aver tradito il suo ruolo di rappresentante di un grande Paese e di aver usato i soliti stereotipi occidentali sulla Russia, dall’altro c’è chi la difende elevandola già a nuova icona dell’opposizione anti-Putin.

La stragrande maggioranza della blogosfera, comunque, sta dalla sua parte. Su di lei infuria anche un’altra polemica: avendo posato in topless per Playboy, rischia di essere esclusa dal concorso, che premia le candidate non solo per il loro aspetto estetico, ma anche per il loro impegno umanitario e ambientale.