Natalie Wood, i vicini di barca la notte della tragedia: “Abbiamo sentito una donna chiedere aiuto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 agosto 2018 10:08 | Ultimo aggiornamento: 25 agosto 2018 10:11
Natalie wood, nuova testimone racconta di averla sentita gridare aiuto

Natalie Wood, i vicini di barca la notte della tragedia: “Abbiamo sentito una donna chiedere aiuto”

LOS ANGELES – Una donna che chiedeva aiuto perché stava affogando.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Queste le grida che hanno sentito i vicini di barca di Natalie Wood ormeggiati al largo di Catalina Island in California la sera in cui l’attrice e star di Hollywood è morta in circostanze misteriose. Marilyn Wayne, che si trovava proprio vicino allo yacht di Natalie e del marito Robert Wagner, ha raccontato quanto accaduto quella notte del 1981 al documentario Fatal Voyage che ripercorre le ultime ore di vita dell’attrice.

La Wayne si trovava in barca con il marito e con il figlio, a cui avevano appena regalato un orologio digitale, quando intorno alle 23 sentirono una donna chiedere aiuto: “Abbiamo sentito una donna gridare e chiedere aiuto. Mio figlio aveva un orologio digitale, glielo avevamo appena dato, quindi abbiamo osservato l’ora in cui accadeva minuto per minuto. Ero sul ponte e la sentivo gridare: “Aiutatemi, qualcuno mi aiuti, sto annegando”.

La testimone ha poi aggiunto che il marito John ha iniziato a telefonare al porto di Patrol per segnalare quanto stava accadendo: “Io gridavo a mio marito John e gli raccontavo cosa accadeva mentre lui era al telefono o cercava di telefonare al porto, ma non è riuscito a parlarci. E mentre sentivo le grida continuavo a chiedere l’ora a mio figlio, quindi abbiamo avuto una storia minuto per minuto di quanto è accaduto e la donna ha chiesto aiuto dalle 23.05 fino alle 23.25, poi ha smesso di gridare”.

La Wayne ha poi aggiunto di aver chiamato insieme al marito diverse volte la polizia per segnalare l’accaduto, ma di non aver mai ricevuto risposta. Tre giorni dopo le segnalazioni, una nota gli fu recapitata con un messaggio piuttosto minaccioso: “Se vuoi stare bene, tieni la bocca chiusa”.

La finestra oraria descritta dalla testimone corrisponde proprio a quella in cui l’attrice e premio Oscar Natalie è scomparsa dallo yacht The Splendour, su cui si trovava con il marito Robert che dopo 30 anni  è stato iscritto come “persona di interesse” nelle indagini sulla morte della moglie.