Navalny avvelenato con la stessa tossina di Gebrev? Arriva il soccorso dei bulgari

di Caterina Galloni
Pubblicato il 30 Agosto 2020 19:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2020 9:14
Alexei Navalny avvelenato con la stessa tossina di Gebrev? Arriva il soccorso dei bulgari

Navalny avvelenato con la stessa tossina di Gebrev? Arriva il soccorso dei bulgari (Foto d’archivio Ansa)

Alexei Navalny forse “avvelenato con la stessa tossina utilizzata nel 2015 per l’attentato al trafficante d’armi bulgaro Emilian Gebrev preso di mira dal GRU”.

I medici tedeschi che stanno curando Alexei Navalny portano avanti la tesi della tossina. L’uomo, leader dell’opposizione russa, attivista, politico e blogger russo, si è sentito male alcuni giorni fa.

L’avvelenamento di Navalny e quello di Gebrev

Il team sanitario ha contattato i colleghi bulgari per valutare apparenti somiglianze tra l’avvelenamento di Navalny e l’attentato al trafficante d’armi bulgaro Emilian Gebrev.  

“Ovviamente, ritengono possibile che l’abbiano avvelenato con sostanze uguali o molto simili”, ha riferito la rivista Der Spiegel.

All’ospedale Charité di Berlino – dove Navalny è ancora in coma – ritengono qualcuno abbia usato una sostanza sconosciuta, che è anche nei farmaci, insetticidi e agenti nervini.  

La scoperta dei medici bulgari

Nel 2015, i medici bulgari avevano scoperto l’avvelenamento del trafficante d’armi Emilian Grebev. Ma non erano stati in grado di identificare la sostanza.

Il caso Grebev è forse analogo all’avvelenamento della spia russa Sergei Skripal, avvelenato dopo che una squadra di sicari del GRU è stata inviata da Mosca, secondo quanto riferito dalle autorità britanniche.

Otto agenti dell’intelligence militare russa, GRU, sembra che nelle settimane precedenti e successive all’avvelenamento di Gebrev, abbiano viaggiato da e verso la Bulgaria.

La Russia finora ha negato che ci siano prove dell’avvelenamento di Navalny. (Fonte: Daily Mail)