Nave di aiuti umanitari in partenza per Gaza: la Libia sfida Israele

Pubblicato il 9 Luglio 2010 19:33 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2010 19:33

Una nuova nave umanitaria è pronta a partire per dirigersi verso la striscia di Gaza.

Si tratta della “Speranza”, che fa capo alla fondazione umanitaria Gheddafi e che partirà dalla Grecia.  La nave, fa sapere la fondazione guidata da Seifulislam Gheddafi che ha la sede a tripoli, trasporta un carico di derrate alimentari e beni di prima necessità e si pone l’obiettivo di aggirare l’embargo imposto da Israele alla striscia palestinese.

“Abbiamo caricato su questa nave due tonnellate di aiuti umanitari tra cibo e medicine”. A bordo dell’imbarcazione ci sono inoltre numerose personalità del mondo politico libico e arabo che vogliono in questo modo solidarizzare con il popolo di Gaza.

La “Speranza” batte bandiera moldava e si trova in un porto che dista 70 chilometri da Atene: probabilmente, come già accaduto con la “freedom flottila” in cui sono morti 9 cittadini turchi, si ritiene che la marina israeliana entrerà in azione una volta che l’imbarcazione raggiungerà le acque territoriali dello stato ebraico. Sempre dalla Libia partirà lunedì prossimo un convoglio di aiuti, che raggiungerà Gaza via terra attraverso l’Egitto e composto da 20 camion carichi anch’essi di derrate alimentari.