Nepal, sisma. Unicef, in 48 ore distribuite 29 tonnellate di aiuti umanitari

Pubblicato il 1 Maggio 2015 15:53 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2015 15:53
Aiuti umanitari Unicef

Aiuti umanitari Unicef

USA, NEW YORK – Nelle ultime 48 ore, l’Unicef ha distribuito in Nepal 29 tonnellate di aiuti umanitari. Si tratta di tende, tavolette per la purificazione dell’acqua, kit di primo soccorso e kit igienici. Un aiuto per 1,7 milioni di bambini gravemente colpiti dal terremoto. Per i prossimi giorni, l’Unicef sta programmando l’arrivo a Kathmandu di ulteriori aiuti.

“Le vite dei bambini in Nepal sono state sconvolte – ha detto Raju Shreshta, Responsabile Logistica della Supply Division di Copenaghen dell’Unicef – la mia famiglia e i miei amici in Nepal sono stati colpiti dal disastro. Agli ospedali mancano scorte mediche e letti. Come prima cosa, l’Unicef ha inviato in Nepal tende che possano essere utilizzate come centri di cura e come rifugi per le persone che hanno più urgente bisogno”.

In particolare la distribuzione di tavolette per la purificazione dell’acqua, sali per la reidratazione orale e di kit igienici – spiega un comunicato – servirà a prevenire la diffusione di malattie legate all’acqua per le famiglie che hanno scarso accesso ad acqua potabile. Fra l’altro, più di una dozzina di insediamenti informali sono sorti attorno a Kathmandu, dove l’Unicef con i suoi partner locali sta portando acqua potabile e scorte igieniche.

“Le agenzie umanitarie – precisa l’Unicef – stanno lavorando con ritardo a causa delle restrizioni tecniche sul peso massimo per l’atterraggio e sull’uso di grandi aerei. La congestione all’aeroporto di Kathmandu ha aggravato le condizioni logistiche, a causa delle ristrette capacità di stoccaggio e dei mezzi limitati per la distribuzione dei carichi in arrivo.

L’Unicef – che sta lavorando nel Paese con oltre 200 operatori- ha lanciato un appello per 50 milioni di dollari per sostenere la risposta umanitaria al terremoto in Nepal per i prossimi 90 giorni”. Per questa emergenza, Unicef e Wfp Italia hanno lanciato un numero solidale, 45596, per donare un euro da rete mobile e due euro da rete fissa.