New York: arrestato un artista, sua installazione sembrava bomba

Pubblicato il 21 Maggio 2012 20:30 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2012 20:32

NEW YORK – Takeshi Miyakawa voleva creare un'installazione che rappresentasse il suo amore per New York, per la polizia invece si trattava di finte bombe e immediatamente sono scattate le manette per l'artista di origini giapponesi che vive nella Grande Mela dal 1989.

Secondo quanto riportato dal quotidiano New York Times, Miyakawa ha attaccato ad alberi e lampioni del quartiere di Brooklyn, dove abita e lavora, sacchetti di plastica con la scritta 'I love Ny', contenenti al loro interno una scatola con led luminosi collegati ad una batteria sospesa ad un'asta di metallo. L'artista si stava apprestando ad illuminare le buste in occasione dell'inaugurazione di una festa sul design, ma l'installazione ha attirato l'attenzione di alcune persone che hanno chiamato gli agenti denunciando una serie di "pacchi sospetti attaccati agli alberi". E cosi' una squadra formata da cinquanta artificieri della polizia ha arrestato Miyakawa, ancora intento ad appendere le buste sugli alberi lungo Bedford Avenue, alle due di domenica mattina.

L'uomo e' tutt'ora in carcere, in attesa di essere sottoposto ad una perizia psicologica, con l'accusa di aver posizionato "finte bombe o sostanze pericolose". "Pensava di promuovere un messaggio positivo – ha detto Louis Lim, un amico dell'artista – non voleva certo di spaventare nessuno''.