New York, difende la figlia: turista romano ferito da un rapinatore

Pubblicato il 15 Maggio 2012 22:45 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2012 23:26

NEW YORK – Un turista italiano di 62 anni, Luciano Giuliani, di Roma, è stato ferito con un colpo di pistola allo stomaco mentre cercava di difendere la figlia Eleonora da un rapinatore a New York, nel quartiere di Brooklyn.

Giuliani era arrivato nella Grande Mela per fare visita alla ragazza, ventottenne, che vive a Brooklyn e lavora come interprete. Mentre i due si trovavano a Fort Green, a pochi isolati da casa, dopo aver fatto shopping al centro commerciale Atlantic Terminal, sono stati avvicinati dal rapinatore, Tyron Lovick, 36 anni, che ha aggredito la giovane per strapparle dal collo una collanina del valore di soli 10 dollari.

Giuliani ha reagito, per difendere la figlia dal rapinatore, il quale per tutta risposta ha estratto una pistola calibro 32 sparandogli allo stomaco.

"Avevamo paura che ci facesse qualcosa di peggio", ha spiegato Eleonora al quotidiano Daily News, che pubblica nel suo sito web anche una foto di Giuliani sorridente nel suo letto di ospedale con a fianco la figlia.

"E' stato come vivere in un film", è stato invece il commento del romano, intervistato dal giornale al Kings County Hospital, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per rimuovergli parte del colon.

Lovick, che ha già a suo carico una dozzina di precedenti penali per possesso di armi, furto e rapina, dopo aver sparato è scappato, abbandonando catenina e il suo cappello degli Yankees. Poco dopo è stato però rintracciato dalla polizia, e ora si trova in carcere con l'accusa di tentato omicidio.