New York, donna incinta e marito uccisi da un’auto pirata. Sopravvive bimbo

Pubblicato il 4 Marzo 2013 11:53 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2013 11:53
New York, donna incinta e marito uccisi da un'auto pirata. Sopravvive bimbo

New York, donna incinta e marito uccisi da un’auto pirata. Sopravvive bimbo

NEW YORK – E’ in condizioni gravissime ma è miracolosamente sopravvissuto. Il figlio di una coppia di ebrei ortodossi, Nachman e Raizy Glauber, morti in un incidente stradale provocato da un’auto pirata, è nato prematuramente dal grembo della madre morente ed ora lotta tra la vita e la morte.

La tragedia si è consumata a New York nel quartiere di Brooklyn, dove risiede la più grande comunità di ebrei ortodossi al di fuori di Israele. La coppia, in attesa del primo figlio, al momento dell’impatto viaggiava a bordo di un taxi diretto in ospedale perché la giovane, di appena 21 anni, lamentava alcuni dolori.

Ma un’auto pirata, una Bmw, li ha colpiti proprio in corrispondenza dei sedili posteriori, scaraventando la donna fuori dall’auto e incastrando il marito tra le lamiere. Solo lievi ferite per l’autista.

I medici giunti sul luogo dell’incidente hanno immediatamente eseguito un taglio cesareo sulla donna, riuscendo a salvare il nascituro. Nulla da fare per i genitori entrambi morti prima dell’arrivo in ospedale.

I funerali hanno richiamato una folla di più di mille persone alla sinagoga di Brooklyn. Ora è caccia alla Bmw pirata che ha strappato i genitori al piccolo nascituro.