New York e gli sms alla guida: multe sempre più salate per i trasgressori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2013 12:03 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2013 12:04

sms alla guidaNEW YORK (STATI UNITI) – Poliziotti su Suv in incognito per scovare chi è al volante con il telefonino in mano: e multe sempre più salate per i trasgressori.

Lo Stato di New York ha dotato i suoi agenti di trentadue Suv senza scritte né lampeggianti, per braccare in incognito e dall’alto gli indisciplinati del volante; quelli che tra un semaforo e un rettilineo sbirciano il cellulare e si trasformano in funamboli pur di digitare un sms o un messaggio su WhatsApp.

LEGGI ANCHE: “Text Stop”, arrivano le aree per messaggiare in autostrada

La strategia dello stato di New York è completa: non solo i Suv — scrive Repubblica — ma un congruo aumento delle multe e la predisposizione di 91 “Texting zones”, aree di sosta riconvertite e dedicate all’uso delle messaggerie via cellulare, lungo tutte le strade principali della regione, con tanto di cartelloni stradali che ti invitano a non avere fretta: «Per la prossimaTexting Zone mancano solo 5 miglia».

New York è uno dei 41 stati americani ad aver messo al bando il messaggio di testo per i guidatori, e uno dei 12 ad aver completamente proibito di manipolare il cellulare mentre si guida: l’unica chance di rimanere connessi è utilizzare i comandi vocali, o aspettare la prossima area di sosta. Gli indisciplinati pagano, e caro: non solo una multa resa più salata (fino a duecento dollari), ma l’addio forzato a cinque punti sulla patente, due in piùrispetto all’anno scorso.