New York, falso allarme bomba. Cresce la psicosi terrorismo

Pubblicato il 14 maggio 2010 8:48 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2010 8:49

Union Square a New York

Cresce la psicosi terrorismo negli Stati Uniti dopo il fallito attentato a Times Square. La scorsa notte ancora momenti di paura a New York per un falso allarme autobomba, dopo che un cittadino aveva segnalato un’auto sospetta con bordo due taniche di benzina vicino alla stazione della metropolitana di Union Square.

Il veicolo, parcheggiato vicino all’incrocio fra la 15/a strada e la Irving Place, davanti al quartier generale della Con Edison, presentava sul retro due taniche sospette. A lanciare l’allarme un impiegato della Edison Consolidated aveva telefonato per avvertire che c’era un’auto sospetta parcheggiata vicino al suo ufficio. Per precauzione la polizia ha fatto evacuare almeno tre edifici, mentre sul posto sono intervenute le squadre di artificieri e i finestrini dell’auto sono stati fatti esplodere per permettere ad un robot di esaminarne l’interno.

L’allarme, durato quasi due ore e mezza, è cessato quando il proprietario dell’auto, che aveva assistito ad un concerto, è tornato verso mezzanotte a riprendere la macchina. L’uomo ha spiegato ai poliziotti l’uomo che si guadagna da vivere tagliando l’erba dei prati e che la benzina gli serve per il suo tagliaerba.