New York. I turisti che visitano Manhattan si perdono, arrivano mappe pedonali

Pubblicato il 26 Giugno 2013 15:34 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2013 15:34

NEW YORK CITY, STATI UNITI  – Per chi la prima volta arriva a New York City (così chiamata per non confonderla con lo stato di New York) la prima cosa da fare è generalmente raggiungere Manhattan, la grande isola fiancheggiata da due fiumi, a ovest l’Hudson River e ad est l’East River. Una volta assorbito l’impareggiabile spettacolo dei grattacieli bisogna dirigersi da qualche parte. In genere lo si fa a piedi, fino a quando le forze reggono, ma orientarsi non è facile.

La gran parte di Manhattan è attraversata orizzontalmente da ”streets” e verticalmente da ”avenues”. In linea di principio il problema delle ”streets” è quello che dà più grattacapi, a volte agli stessi newyorchesi. Prendiamo, ad esempio, il turista che si trova all’angolo della ”street” dove un cartello bene in vista lo informa che si trova sulla quarantaseiesima strada che attraversa la Quinta Avenue. Lui vuole andare a sud, sulla quarantaquattresima strada, ma da che parte deve andare?

Se è disorientato si incammina verso nord e dopo aver percorso interminabili isolati, i ”blocks”, si ritova sulla quarantasettesima strada e si rende finalmente conto che deve girare i tacchi e tornare indietro per la lunga camminata. Questo per quanto riguarda tutta la parte nord di Manhattan. Molto più difficile è visitare, all’estremità meridionale, il Village, l’East Village, Soho, Chinatown, dove il groviglio di strade non reca numeri, ma solo nomi. Tipo Trastevere.

Per questo motivo il municipio del sindaco Michael Bloomberg ha annunciato un piano da 6 milioni di dollari per installare una nuova rete di mappe pedonali. Le cartine – riferisce il New York Times – sono orientate nella stessa direzione delle persone che le consultano, in modo da permettere di individuare piu’ facilmente la meta da raggiungere.

Secondo il Dipartimento dei trasporti, le prime 100 mappe – posizionate su marciapiedi o all’interno delle stazioni della metropolitana – arriveranno entro la fine dell’estate a Midtown Manhattan, Prospect Heights, Brooklyn, Long Island City e nel Queens. Mentre un progetto di espansione e’ gia’ previsto per il prossimo anno. Secondo uno studio condotto dal Dipartimento, un terzo dei residenti non sa nemmeno in quale direzione sia il nord, e circa il 10% si e’ perso almeno una volta nell’ultima settimana.