New York, NYP: “Centro della città ostaggio dei tossicodipendenti”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 30 Luglio 2020 6:50 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2020 16:56
New York, foto Ansa

New York, NYP: “Centro della città ostaggio dei tossicodipendenti” (foto Ansa)

New York, NYP: “Centro della città ostaggio dei tossicodipendenti”.

Il centro di New York sembra ostaggio di una comunità di drogati, come rivela il New York Post.

Secondo il quotidiano statunitense, si iniettano sostanze stupefacenti in pieno giorno, buttano le siringhe usate nelle fioriere tra la 40th Strada e Broadway ormai trasformate in squallidi raccoglitori.

“Usano le siringhe, si iniettano eroina tutto il giorno. La polizia non interviene. Abbiamo fatto numerose chiamate ma non risponde nessuno. Sta diventando un vero problema”, ha detto James, un lavoratore che ha mantenuto l’anonimato.

Il Post ha scattato fotografie di molte siringhe buttate sul posto, in un’immagine si vedono quattro persone riverse su un tavolo a inizio giornata, con il necessario per iniettarsi la droga.

“Iniziano al mattino presto”, ha detto al Post Edgar Rivera, un muratore che di recente ha lavorato in un edificio vicino. “Sono quasi sempre le stesse persone. Dormono sul marciapiede.

A volte arrivano le ambulanze per dare un aiuto”. Jeff, impiegato in una società di servizi igienico-sanitari ha commentato:

“Il modo in cui si disfano delle siringhe non è il più sicuro. Nell’ultimo anno la situazione è peggiorata”. Un portavoce del Municipio ha definito la situazione “del tutto inaccettabile” (Fonte: New York Post)