Cronaca Mondo

New York, scandalo al carcere minorile Horizon: “Secondina abusava di me”

New York, scandalo al carcere minorile Horizon: "Secondina abusava di me"

New York, scandalo al carcere minorile Horizon: “Secondina abusava di me”

NEW YORK – Scandalo a luci rosse al carcere minorile Horizon di New York, nel Bronx. Un giovane detenuto, Franklin Maldonado, ha denunciato di aver subito abusi sessuali da parte di una secondina. E il suo non sarebbe un caso unico.

Maldonado, che oggi ha 18 anni, sostiene che l’agente di polizia penitenziaria Natalie Medford abusò di lui tra il 2013 e il 2014, quando lui aveva 14 e 15 anni ed era detenuto nel carcere.

La donna gli avrebbe promesso un trattamento di favore in cambio di prestazioni sessuali, assicurandogli privilegi come l’utilizzo del cellulare, la possibilità di guardare “film particolari”, non dover subire punizioni e poter avere più cibo.

“Non avevo scelta – ha detto Maldonado – e lei faceva di tutto per convincermi che stavo facendo la cosa giusta”.

Per quei due anni la Medford, supervisore del carcere, lo prelevava regolarmente dalla sua cella e lo portava nel suo ufficio, dove, secondo le accuse del giovane, i due avevano rapporti sessuali.

Ma il suo caso non sarebbe stato unico.

 “Da quanto ho saputo -ha detto Maldonado – in quel periodo c’era almeno un’altra guardia che si comportava come Natalie e abusava sessualmente di una altro ragazzo. Gli uomini che lavoravano lì facevano finta di niente, nascondevano la testa sotto la sabbia, compreso un supervisore che un giorno mi disse che era abbastanza abituale che le sue colleghe avessero rapporti sessuali con i detenuti”.

To Top