Crisi negli Usa, proteste a Wall Street

Pubblicato il 20 Settembre 2011 20:02 | Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2011 20:40

NEW YORK – La cupidigia e la corruzione del sistema finanziario, l’influenza dei soldi sulla politica americana: contro tutto questo il 17 settembre centinaia di persone si sono radunate vicino a Wall Street, nelle vie adiacenti al New York Stock Exchange, per manifestare contro quello che ritengono un sistema ingiusto e che chiedono al presidente Barack Obama di costituire una commissione che metta fine ”all’influenza dei soldi sugli eletti”.

La protesta pacifica, lanciata da Adbusters e chiamata ‘Occupare Wall Street’, vuole ricalcare la primavera araba, dar vita a una ‘Piazza Tahrir americana’: l’idea degli organizzatori sarebbe quella di sostare nell’area con tende per settimane se non mesi per replicare le manifestazioni in Egitto, Spagna e Israele.

A partecipare alla manifestazione l’organizzazione 99 Percent Project, secondo la quale il 99% degli americani ”è cacciato dalle proprie case, è costretto a scegliere fra alimentari e affitto, gli vengono negate cure mediche di qualità e lavora ora per uno stipendio basso e niente diritti”.

 

(Foto Lapresse)