New York, giornalista e attivista gay ucciso ed evirato in un hotel di lusso

Pubblicato il 9 Gennaio 2011 9:22 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2011 9:36

Carlos Castro

E’ stato barbaramente ucciso ed evirato in un hotel di lusso nel cuore di Manhattan: questa la tragica fine del giornalista e attivista gay portoghese Carlos Castro, volto noto della tv lusitana.

Il corpo di Castro, 65 anni, secondo quanto riportato da fonti della polizia locale, è stato trovato in un lago di sangue in una stanza dell’Hotel Intercontinental, nei pressi della celebre Times Square, dove alloggiava da qualche giorno.

Secondo il quotidiano newyorkese Daily News, tra i primi sospettati figura il giovane modello portoghese Renato Seabra, famoso per aver partecipato di recente a un reality show trasmesso in Portogallo.

Seabra, che da circa dieci giorni alloggiava nell’albergo con Castro, è stato fermato al Bellevue Hospital dove si era recato per farsi curare alcune ferite da taglio sul corpo, in particolare sulle mani.

[gmap]