Nicola Townsend lanciò telecomando in testa al padre: condannata per omicidio colposo

di Caterina Galloni
Pubblicato il 3 Settembre 2019 6:44 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2019 8:04
Nicola Townsend lanciò telecomando in testa al padre: condannata per omicidio colposo

L’ospedale di Bath dove il padre di Nicola Townsend morì dopo 12 giorni di agonia. Lei gli aveva tirato un telecomando in testa

LONDRA – In Gran Bretagna, nel 2017 la 50enne Nicola Townsend aveva lanciato sulla testa del padre Terence di 78 anni un telecomando TV, che a seguito delle lesioni riportate era deceduto: probabilmente è la prima persona, nella nazione, ad essere condannata per omicidio colposo con questa modalità.

La Townsend, di Bath, sembra che fosse sempre più frustrata e rabbiosa per il modo in cui le parlava il padre, ormai molto fragile: ha preso il telecomando, l’ha colpito alla testa e quando è andato in cucina per medicare le ferite, lo ha spinto procurandogli la frattura di diverse costole.

Secondo quanto è emerso in tribunale, Terence Townsend malato di osteoporosi aveva subito diverse lesioni e la figlia dopo aver chiamato l’ambulanza è scappata.  

I paramedici hanno trovato l’uomo seduto su una poltrona mentre con un asciugamano tamponava la ferita alla testa: ricoverato al Royal United Hospital di Bath è morto 12 giorni dopo a seguito di broncopolmonite, conseguenza delle lesioni riportate.

La Townsend al momento dell’arresto aveva parlato di “un incidente” ma è stata condannata per omicidio colposo e colpevole di intimidazione nei confronti di un testimone, il cognato Douglas Campbell che aveva più volte minacciato.

Fonte: Daily Mail