Nigeria, i Boko Haram bruciano chiese: “Decine i morti, anche donne e bambini”

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2014 16:41 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2014 16:41
Imam Abubakar Shekau, leader di Boko Haram

Imam Abubakar Shekau, leader di Boko Haram

MAIDUGURI (NIGERIA) – Un blitz in alcune chiese cristiane, bruciate fino alle fondamenta, i miliziani integralisti che sparano alla folla uccidendo uomini, donne, bambini. E morti, probabilmente, a decine. E’ l’ultimo bilancio di una spedizione dei miliziani integralisti di Boko Haram in Nigeria.

“Mi hanno detto che i fedeli uccisi nelle chiese attaccate (dai Boko Haram) sono decine. Uomini, donne e bambini”. Lo ha riferito al telefono un abitante di Shibok, città del nord-est nigeriano nei cui dintorni sono state prese d’assalto alcune chiese. Le autorità locali parlano di “tre chiese bruciate fino alle fondamenta”.

Alcuni membri di Boko Haram hanno attaccatto alcune chiese vicino a Shibok, la città del nord-est della Nigeria dove più di 200 liceali sono state sequestrate a metà aprile. Testimoni hanno parlato di assalti con bombe a mano e armi da fuoco.

Timothy James, un abitante di Shibok, ha detto al telefono che “gli assalitori hanno fatto irruzione nelle chiese con bombe e armi da fuoco”, sparando a caso sulla gente. L’uomo ha precisato che le chiese prese di mira sono situate a una decine di chilometri dalla città.