Nigeria/ I ribelli del Mend hanno rivendicato un attacco contro oleodotti di Agip e Shell. Sabotaggi presso il ruscello Nembe e il villaggio di Asawo

Pubblicato il 8 Luglio 2009 8:45 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2009 8:45

I ribelli nigeriani del Mend, Movimento per l’emancipazione del delta del Niger, hanno rivendicato oggi un attacco contro un oleodotto dell’Agip e uno della Shell nella regione petrolifera del delta del Niger, nel sud della Nigeria. La rivendicazione è stata fatta via email dal portavoce dei ribelli.

«La piaga del sabotaggio – scrive il portavoce, Jomo Gbomo, nella rivendicazione – è scesa pesantemente sulle principali condotte del greggio di Shell e Agip nello stato di Bayelsa fra le 2 e le 2 ora locale e italiana». L’oleodotto dell’Agip, che alimenta il terminal Brass, fa sapere il Mend, è stato sabotato all’altezza del ruscello Nembe; quello della Shell all’altezza del villaggio di Asawo.

Per adesso la notizia non è stata ufficialmente confermata né da Agip né da Shell. Secondo quanto scrive la Reuters, Shell, Agip e l’americana Chevron sono state costrette a ridurre la loro produzione petrolifera nel delta del Niger di 273.000 barili al giorno nelle ultime sei settimane a causa dei ripetuti attacchi del Mend.