Nigeria, torna la paura. Autobomba durante messa: almeno 8 morti. Uomo arso vivo

Pubblicato il 28 Ottobre 2012 10:46 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2012 15:36
Nigeria, altra domenica di sangue: bomba su una messa (Foto Ansa)

ABUJA – Altra domenica di sangue in Nigeria. Due autobombe guidate da kamikaze sono esplose presso una chiesa cattolica a Kaduna, nella Nigeria settentrionale, provocando molte vittime durante una messa. Almeno otto i morti, tra i quali il kamikaze e alcuni feriti. Lo ha annunciato un responsabile dei servizi  di soccorso. I cristiano hanno poi dato fuoco a un uomo.

”Ci sono almeno tre morti confermati”, ha dichiarato il responsabile, che ha richiesto l’anonimato, aggiungendo che il guidatore del veicolo è tra le vittime.

Dopo l’attacco terroristico, si sono verificati scontri fra cristiani e musulmani nella città, situata 780 chilometri a nord di Lagos. Kaduna, capitale dell’omonimo stato nigeriano, si trova a metà fra il nord musulmano e il sud cristiano ed è stata teatro di vari attacchi terroristici contro i cristiani. Nessuno ha rivendicato l’ultimo attentato, ma si sospetta della setta estremista islamica dei Boko Haram responsabile di numerose violenze.

Una folla di cristiani in collera dopo l’attentato ha bruciato vivo per rappresaglia un uomo, presunto musulmano. Lo hanno constatato testimoni sul luogo. Gli assalitori hanno fermato un uomo su un motorino e lo hanno cosparso di carburante, poi gli hanno dato fuoco. Un responsabile dei servizi di soccorso ha dichiarato che i soccorritori non avevano potuto salvarlo perché gli aggressori erano troppo violenti.