Nobel per la medicina a Robert Edwards, il padre della fecondazione in vitro

Pubblicato il 4 Ottobre 2010 11:46 | Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre 2010 12:54

Il Nobel per la Medicina 2010 Robert Edwards

Il premio Nobel per la Medicina è stato assegnato a Robert Edwards, 85 anni, fisiologo britannico dell’Università di Cambridge e padre della fecondazione in provetta. Edwards è l’unico vincitore del Nobel per la medicina 2010.

Il fisiologo britannico ha così battuto a sorpresa i “favoriti” Shinya Yamanaka, che ha ottenuto cellule staminali utilizzando del normale tessuto, i canadesi Ernest McCulloch e James Till (che negli anni Settanta identificarono le cellule staminali) e il pioniere britannico della clonazione, John Gurdon.

Nella motivazione del riconoscimento assegnato Robert G. Edwards, pioniere di una tecnica che ha avuto fortissime ricadute nella societa’ e che ha partire dal 1978, anno di nascita della prima bambina in provetta, Louise Brown, ha finora ha portato alla nascita di circa 4 milioni di persone in tutto il mondo.

Professore emerito dell’universita’ di Cambridge, Edwards ha da poco compiuto 85 anni. E’ nato in Gran Bretagna, a Manchester, il 27 settembre 1925, ed ha gettato le basi della fecondazione artificiale negli anni ’60 e ’70 insieme al ginecologo Patrick Steptoe, morto nel 1988.

Dopo aver combattuto nella seconda guerra mondiale, Edwards ha studiato biologia prima negli Stati Uniti e poi in Scozia, dedicandosi agli studi di embriologia. Nel 1958 e’ diventato ricercatore dell’istituto Nazionale per la Ricerca Medica e Londra, dove ha cominciato le ricerche su processo di fecondazione, A partire dal 1963 ha proseguito il suo lavoro a Cambridge, prima nell’universita’ e poi nella clinica Bourn Hall. Qui, con Streptoe ha fondato il primo centro al mondo per la fecondazione assistita, che ha diretto per molti anni.