Nonna Carmen (84 anni) salva 11 persone da un incendio

di Marta Sartori
Pubblicato il 17 luglio 2015 19:45 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2015 15:35
Nonna Carmen (84 anni) salva 11 persone da un incendio

Nonna Carmen (84 anni) salva 11 persone da un incendio (LaPresse)

JACKSONVILLE, FLORIDA – Undici persone sono sopravvissute a un incendio nella notte grazie al coraggio di signora di 84 anni, già soprannominata la ”nonna eroina”. Carmen Rodriguez ha visto le fiamme e ha bussato a ogni porta permettendo ai vicini di allontanarsi in tempo.

La donna soffre di insonnia e, spiega la figlia Sol Maria Cabrera, ”quando non riesce a dormire, prega. Era destino, perché l’incendio ha fatto collassare un pezzo di soffitto proprio sopra il suo letto”. Intorno alle due del mattino l’anziana si è interrotta perché ha iniziato a sentire odore di fumo, è uscita e si è accorta che le fiamme stavano avvolgendo il condominio dove viveva a Jacksonville. Così ha cominciato a bussare alle porte di tutti i vicini fino a che non è riuscita a svegliarli, permettendo loro di scappare dall’incendio. “Uscite, uscite, c’è il fuoco”, gridava la donna secondo quanto ha raccontato la figlia. Grazie al suo intervento nessuno degli 11 abitanti del condominio (dieci adulti e un bambino) è rimasto ferito.

Robby Stephens, tenente dei vigili del fuoco di Jacksonville, ha detto che l’incendio non è sospetto e che probabilmente è scoppiato accidentalmente. ”I pompieri, arrivati sul posto, hanno visto il fumo e e le fiamme uscire dalle finestre dell’edificio” ha dichiarato Tom Francis, un portavoce dei vigili del fuoco. ”Quando le autorità sono arrivate, tutti residenti erano già usciti dall’edificio in sicurezza. Mancava all’appello una donna anziana che viveva da sola di fianco alla figlia, che ha dato l’allarme. Non c’era traccia della donna ed è stato poi notificato che si trovava in una casa di cura quella notte”, aggiunge.

Il condominio, che ha un solo piano e fa parte di un complesso venti o più edifici identici, ospita otto appartamenti: quattro sono stati completamente distrutti dalle fiamme, due sono stati pesantemente danneggiati e altri due si sono salvati, ma l’evacuazione sarebbe comunque stata necessaria a causa del fumo, spiega Francis. I danni ammontano a più di 100.000 dollari, aggiunge. Nessuno è rimasto ferito e la Croce Rossa sta aiutando le vittime, che hanno dovuto lasciare le proprie case.

Non è il primo caso del genere in Florida: il 17 Giugno Isaiah Francis, 10 anni, and Jeremiah Grimes, 11, hanno salvato due neonati da una casa in fiamme. Stavano giocando nel giardino della casa di uno dei due, a Oakland, quando hanno visto del fumo uscire dalle finestre della casa di un vicino. Sapevano che i neonati, uno di un anno, l’altro di 8 mesi, erano in casa e sono corsi a salvarli. Hanno dato loro da bere e poi hanno chiamato il 911. “Ero veramente spaventato, faceva caldissimo ed era difficile vedere per via del fumo” ha spiegato uno dei bambini ai media locali, aggiungendo che il suo sogno rimane quello di diventare un vigile del fuoco.