Nozze gay sospese in Utah: lo stop arriva dalla Corte Suprema Usa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 gennaio 2014 17:48 | Ultimo aggiornamento: 6 gennaio 2014 17:49
Nozze gay sospese in Utah: lo stop arriva dalla Corte Suprema Usa

Nozze gay sospese in Utah: lo stop arriva dalla Corte Suprema Usa

NEW YORK – Nozze gay sospese nello stato dello Utah per volere della Corte Suprema degli Stati Uniti. Una sospensione temporanea dettata in attesa che la Corte d’Appello di Denver, Colorado, si pronunci sulla sentenza del giudice distrettuale che stabilisce l’incostituzionalità del bando delle nozze gay.

Il giudice distrettuale Robert Shelby ha stabilito il 20 dicembre scorso che il divieto ai matrimoni gay nello Utah violava i diritti costituzionali delle coppie dello stesso sesso. Lo stato dello Utah, a maggioranza mormona, ha chiesto l’intervento della Corte Suprema per sospendere le nozze gay divenute di fatto legali dopo la sentenza di Shelby.

La Corte Suprema ha quindi stabilito il 6 gennaio la sospensione temporanea dei matrimoni gay in attesa che la corte d’appello del 10° Circuito decida se mantenere o meno la sentenza di Shelby. Dalla sentenza del 20 dicembre, circa 900 coppie si sono sposate in Utah, stato che ha modificato la propria costituzione nel 2004 per vietare i matrimoni gay.