Nuova Zelanda: “Unigirl” mette all’asta la sua verginità sul web, aggiudicata a 22 mila euro

Pubblicato il 3 Febbraio 2010 12:24 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2010 12:24

Una ragazza neozelandese di 19 anni ha messo in vendita su un sito Internet la propria verginità per 22 mila euro, dicendo di essere a corto di soldi per pagare gli studi universitari. Sotto il nome di Unigirl, la studentessa ieri ha accettato l’offerta più alta (45 mila dollari neozelandesi, pari a appunto22.935 euro) sul sito www.ineed.co.nz .

«Ringrazio le oltre 30mila persone che hanno letto il mio annuncio e ringrazio per le oltre 1200 offerte ricevute. Ho deciso di accettare la più alta che è ben al di sopra di quello che mi aspettavo», ha scritto sul sito Unigirl, che vuole rimanere anonima e non ha accettato interviste.

La ragazza, dell’Isola del Nord, non ha commesso alcun reato, ma la polizia neozelandese ha ricordato oggi che si è esposta a gravi rischi. «Offro la mia verginità a chi paga di più, a patto che la mia sicurezza personale sia rispettata. Prendo questa decisione pienamente cosciente delle possibili conseguenze», aveva scritto sul sito.

Il proprietario del sito oggi ha difeso la decisione di mettere in rete un simile annuncio, dicendo che la filosofia del sito è di non interferire con le scelte individuali, se queste rientrano nella legge.