Nuovi beati: i nomi scelti dal Vaticano

Pubblicato il 19 Dicembre 2011 13:35 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2011 13:43

CITTA' DEL VATICANO – Ci sono anche la prima beata indiana d'America, di padre e madre appartenenti a due differenti tribu' di nativi, Caterina Tekakwitha, e un officiale della Segreteria di Stato vaticana negli anni della guerra, mons. Luigi Novarese, tra i futuri beati della Chiesa cattolica.

Questa mattina infatti il Papa ha autorizzato la promulgazione dei decreti della Congregazione dei santi a loro relativi, nella udienza al prefetto della Congregazione, il cardinale Angelo Amato.

Tra i ventitre' decreti su miracoli autorizzati oggi da Benedetto XVI ci sono infatti anche quello relativo alla beata Caterina Tekakwitha, laica, nata nel 1656 a Ossernon, oggi Auriesville, negli Stati Uniti d'America, e morta a Sault, in Canada, il 17 aprile 1680, e quello relativo a mons. Luigi Novarese, sacerdote diocesano, fondatore della Pia Unione dei Silenziosi operai della Croce, nato a Casale Monferrato, il 29 luglio 1914 e morto a Rocca Priora il 20 luglio 1984. Mons. Novarese durante la II guerra mondiale, incaricato presso la sezione esteri della Segreteria di Stato vaticana, seguiva tra l'altro il programma voluto da Pio XII per l'assistenza ai rifugiati nei conventi e strutture ecclesiastiche, sotto l'occupazione nazista.