Obama spegne il tabellone anti Castro. Simbolo della discordia tra Washington e la Cuba di Fidel, ora è considerato non più efficace per far avere notizie ai cubani

Pubblicato il 28 Luglio 2009 13:29 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 13:29

cubaSimbolo della discordia fra Washington e la Cuba di Fidel Castro, un tabellone luminoso campeggiava dal 2006, per volere di George W. Bush, sopra la sezione d’interessi statunitense ben in vista dalla spiaggia della capitale cubana, facendo scorrere 24 ore su 24 slogan e notizie anti-castristi.

Ora, segno della timida distensione fra Washington e l’Avana, il tabellone è stato spento nel mese di giugno perché considerato non più efficace come strumento per far avere notizie ai cubani. Lo conferma il Dipartimento di Stato Usa.

Il tabellone aveva fatto infuriare Fidel, che fece marciare un milione di persone attorno alla sezione d’interessi americana e fece erigere, per coprirlo, un contro-tabellone anti-Usa e 138 grandi bandiere nere, quante le vittime cubane della «aggressione» americana contro l’isola.