Cronaca Mondo

Portato in ospedale in gravi condizioni. La sorprendente scoperta dei medici FOTO

ospedale-dnr

Portato in ospedale in gravi condizioni. La sorprendente scoperta dei medici

ROMA – Privo di sensi e ubriaco con un elevato tasso alcolico nel sangue. I paramedici lo hanno portato nella stanza d’emergenza. Ma, quando lo hanno spogliato e si sono accorti di cosa aveva sul petto, sono rimasti senza parole.

L’uomo di 70 anni ha infatti sul petto un grosso tatuaggio con la scritta ‘’Do not resuscitate’’ (non rianimate, ndr. In fondo all’articolo la foto Ansa) e i paramedici quando lo hanno visto sono rimasti abbastanza spiazzati. Si sono trovati di fronte a un vero dilemma: rispettare le volontà o fare il loro lavoro di medici? La decisione finale è stata quella di non rispettare le volontà del paziente.

‘’Ci capita spesso di trovare pazienti di questo tipo – ha detto il dottore – ma, come potete immaginare, non ci era mai capitata una situazione come questa. Siamo stati molto in difficoltà ma la sua volontà era davvero molto chiara visto che il NON era persino sottolineato. Con il mio team scherziamo spesso sul tatuarci le nostre volontà in caso fossimo ricoverati in ospedale privi di sensi – ha spiegato il dottore – quindi quando abbiamo letto il tatuaggio di quel 70enne siamo rimasti sconcertati…’’.

In Florida, dove il fatto è accaduto, la questione dei tatuaggi come mezzo per esplicitare le volontà dei pazienti non è precisata.

‘’In genere le volontà di una persona devono essere scritte su un foglio e firmate – ha aggiunto il medico – ma non si fa riferimento ai tatuaggi come mezzo per raccontare le proprie volontà’’.

do-not-resuscitate

Foto Ansa del tatuaggio

To Top