P.Diddy arrestato: ha aggredito allenatore football con un bilanciere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2015 10:48 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2015 10:48
P.Diddy arrestato: ha aggredito allenatore football con un bilanciere

P.Diddy arrestato: ha aggredito allenatore football con un bilanciere

ROMA – Il rapper P. Diddy è stato arrestato e quindi rilasciato su cauzione a Los Angeles per aver aggredito con un bilanciere l’allenatore della squadra di football di Ucla. L’aggressione è avvenuta nella sala pesi del Campus e la motivazione potrebbe essere legata al figlio di P. Diddy (all’anagrafe Sean Combs e in passato noto come Puff Daddy) che si allena con la squadra di football dell’università ma non disputa partite ufficiali.

Di certo, per ora, ci sono solo le accuse contestate al rapper. Accuse gravi che vanno dall’aggressione con arma mortale alle percosse passando per non meglio precisate “minacce terroristiche”. Per ora P.Diddy è libero dopo aver pagato 50mila dollari di cauzione ma dovrà comparire in Aula il prossimo 13 luglio.

Sui motivi dell’aggressione scrive il sito della Gazzetta dello Sport:

5 x 1000

Combs avrebbe avuto un violento alterco con Sal Alosi, coach che si occupa della preparazione atletica, già passato alle cronache nel 2010, quando era nello staff dei New York Jets, per aver sgambettato un giocatore dei Miami Dolphins che stava correndo sulla linea di fondo, “prodezza” che gli costò la sospensione immediata e poi le dimissioni. Il coach dei Bruins, Jim Mora, ha ringraziato tutto lo staff per la freddezza con cui ha saputo affrontare la situazione, mentre l’entourage del cantante ha preferito non commentare. Combs, peraltro, non è nuovo a problemi con la giustizia: nel 1999 fu coinvolto in una sparatoria in un night con tre feriti e nello stesso anno fu arrestato per percosse ai danni di un amico, mentre quest’anno un uomo lo ha accusato di averlo colpito con un pugno durante il party del Super Bowl, ma la denuncia non ha avuto seguito.