Pakistan/ Attacchi kamikaze, muore il mullah Sarfraz Naim noto per le sue posizioni anti talebane

Pubblicato il 12 giugno 2009 13:30 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2009 17:43

Ci sono stati due attacchi kamikaze in Pakistan, a distanza di venti minuti l’uno dall’altro. Il primo a Lahore,  all’interno di una scuola islamica è morto il rettore dell’Università islamica Kamia Naimia, Sarfraz Naim, a quanto riferito dal pro-rettore. La vittima era nota per le sue posizioni anti-talebane ed è deceduto durante il trasporto in ospedale: l’esplosione è avvenuta mentre i fedeli erano riuniti nella moschea dell’università per la preghiera rituale del venerdì.

Nell’esplosione alla moschea di Noshehra, città nel nord-ovest distante un centinaio di chilometri da Islamabad sono morte altre tre persone, mentre altri venti fedeli sono rimasti feriti.

Quasi contemporaneamente nella città nord-occidentale di Nowshera un kamikaze ha fatto schiantare un’autobomba contro una moschea di Nowshera, vicino a un arsenale dell’esercito. L’esplosione ha fatto crollare il tetto della moschea e ci sono stati quattro morti e novanta feriti.