Pakistan, Francesco Cassardo è salvo: recuperato dall’elicottero. Era rimasto ferito sul Gasherbrum VII

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2019 8:19 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2019 14:23
Francesco Cassardo è salvo, era precipitato sul Gasherbrum VII in Pakistan

Francesco Cassardo (a destra nella foto)

ROMA – E’ stato recuperato all’alba di oggi, 22 luglio, da un elicottero messo a disposizione dalle Autorità pachistane Francesco Cassardo, l’alpinista torinese rimasto ferito mentre scendeva il Gasherbrum VII, una delle vette più alte (6.955) in Pakistan. Sarà portato a Skardu. A darne notizia il compagno di cordata Cala Cimenti che si è occupato delle prime operazioni di soccorso. I due erano stati raggiunti a piedi da altri due loro colleghi partiti dal campo base, che hanno poi portato il ferito più a valle. Ora i 3 ridiscenderanno a piedi.

L’alpinista Marco Confortola, che si trovava in un campo base sotto la zona dell’incidente, a 5200 metri, ha svolto un importante ruolo nell’organizzare ieri sera un primo volo di ricognizione sulla zona dove si trovava Cassardo grazie ad un ufficiale militare che lo ha messo in contatto con il pilota. “Al pilota – ha fatto sapere Confortola – ho spiegato che era inutile portare il mio peso fin lassù”. Il volo di ricognizione è stato diretto sul posto grazie alle indicazioni di Confortola che è anche un operatore dell’elisoccorso.

Francesco Cassardo, un medico di Rivoli, è precipitato per 500 metri ed è stato soccorso dal compagno di cordata Cala Cimenti che gli è rimasto accanto per un’intera notte. Le sue condizioni sono gravi ma è sempre rimasto vigile ed è stato portato da una quota di 6.300 metri al Campo 1, un migliaio di metri più in basso. A salvarlo quattro alpinisti, il russo Denis Urubko, il canadese Don Bowie e due polacchi. Hanno immobilizzato il 30enne e con una slitta improvvisata lo hanno portato fino al campo. (fonte ANSA – REPUBBLICA)