Pakistan. Ragazza uccisa con due parenti per aver tradito il marito

Pubblicato il 16 settembre 2013 10:48 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 10:48
Una Jirga pakistana

Una Jirga pakistana

ISLAMABAD, PAKISTAN – Una ragazza pachistana sposata di 22 anni e residente a Karachi e’ stata uccisa lunedi a colpi d’arma da fuoco insieme a due donne sue parenti per ordine di una Jirga (Assemblea) tribale di Kohat, citta’ della provincia nord-occidentale di Khyber Pakhtunkhwa. La ragazza, di nome Saa’dia, avrebbe secondo l’accusa mantenuto una relazione illecita con un uomo della Valle dello Swat.

Un alto responsabile della amministrazione politica locale, che non ha voluto essere identificato, ha confermato che ”stamani tre donne sono state uccise per ordine degli anziani tribali nell’area di Jawaki del distretto di Kohat”. La giovane Saa’dia era originaria di Jawaki ma risiedeva a Karachi. Due anni fa torno’ nel nord-ovest per sposare un uomo della zona, ritornando pero’ subito dopo a Karachi.

Secondo chi l’ha accusata, la giovane avrebbe mantenuto una relazione illecita nello Swat e poi se ne sarebbe andata. ”Il caso – ha aggiunto l’alto responsabile – e’ stato discusso in una ‘jirga’ locale di cinque o sei anziani che hanno trovato colpevole sia Saa’dia, ma anche una zia di 42 anni ed una cugina di 20, responsabili di aver aiutato la giovane nonostante fosse gia’ sposata.

Al termine della discussione gli anziani hanno autorizzato la loro uccisione”. Le tre donne, ha infine detto, ”sono state portate in una casa, uccise a colpi d’arma da fuoco ed immediatamente sepolte”