Pamela Hicks accusa re Edoardo VIII: “Rubò cimeli di famiglia dopo aver abdicato”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 3 Settembre 2019 5:00 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2019 23:09
Re Edoardo VIII e Wallis Simpson

Re Edoardo VIII e Wallis Simpson

ROMA – Re Edoardo VIII, dopo aver abdicato al trono nel 1936 per sposare l’americana divorziata Wallis Simpson, si sarebbe appropriato di alcuni cimeli di famiglia: è quanto ha rivelato Pamela Hicks, 90 anni, figlia di Lord Mountbatten, morto nel 1979 per mano dell’IRA, e di quanto il padre abbia invano combattuto per recuperarli.

Parlando in un podcast lanciato dalla figlia India Hicks, 51 anni, figlioccia del principe Carlo, Pamela ha affermato che il padre Louis, “ha combattuto senza sosta per convincere Wallis a restituire i tesori della famiglia”.

Lord Mountbatten era zio del principe Filippo e cugino secondo della regina Elisabetta II, il cui padre Giorgio VI diventò sovrano quando Edward abdicò. Secondo Pamela, pronipote della regina Vittoria che regnò dal 1837 al 1901, Edoardo, duca di Windsor, prima di andare in esilio in Francia, si impossessò di “bellissime scatole ingioiellate” che appartenevano al nonno e al padre e la famiglia non riuscì a recuperarle.

“Mio padre ha lottato incessantemente per cercare di convincere Wallis a restituirle, ma non ci è mai riuscito poiché a quel punto era subentrata la demenza e a dirigere la sua vitaera un terribile avvocato”.

Pamela ha inoltre ricordato un insolito omaggio portato a cena da Wallis, quando lei era bambina:”Portare un presente è un’usanza americana e arrivò un pollo comprato da Fortnum e Mason, il pasticcere austriaco chiese “cosa devo farne di un pollo in un pranzo per 20 persone?”.

Parlando di Wallis, ha aggiunto che si annoiava facilmente:”Quando mio padre, chiamava Edoardo dicendo che era a Parigi e gli chiedeva di incontrarlo, lui rispondeva sempre di vedersi quando Wallis usciva, altrimenti si sarebbe terribilmente annoiata”. (Fonte: Daily Mail)