Papa Benedetto XVI al Corriere della Sera: “Dimissioni consapevoli, altro che Vatileaks o lobby gay”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Marzo 2021 13:09 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2021 13:09
Papa Benedetto XVI al Corriere della Sera: "Dimissioni consapevoli, altro che Vatileaks o lobby gay"

Papa Benedetto XVI al Corriere della Sera: “Dimissioni consapevoli, altro che Vatileaks o lobby gay” (Foto d’archivio Ansa)

Papa Benedetto XVI dice che “non ci sono due Papi. Il Papa è uno solo”. Joseph Ratzinger, Papa emerito, lo sostiene in una intervista al Corriere della Sera. Il 28 febbraio di otto anni fa (2013) divenne effettiva la sua rinuncia al Papato, annunciata l’11 febbraio.

Papa Benedetto XVI, il vero motivo per cui ha lasciato

E ora, a distanza di tempo, afferma: “E’ stata una decisione difficile. Ma l’ho presa in piena coscienza, e credo di avere fatto bene. Alcuni miei amici un po’ ‘fanatici’ sono ancora arrabbiati, non hanno voluto accettare la mia scelta. Penso alle teorie cospirative che l’hanno seguita: chi ha detto che è stato per colpa dello scandalo di Vatileaks, chi di un complotto della lobby gay, chi del caso del teologo conservatore lefebvriano Richard Williamson. Non vogliono credere a una scelta compiuta consapevolmente. Ma la mia coscienza è a posto”.

Papa Benedetto XVI su Draghi e Biden

Il Papa emerito parla di Mario Draghi. “Speriamo che riesca a risolvere la crisi”, dice, e aggiunge: “È un uomo molto stimato anche in Germania”. Su Joe Biden, secondo presidente cattolico dopo Kennedy, osserva: “E’ vero, è cattolico e osservante. E personalmente è contro l’aborto”, “ma come presidente, tende a presentarsi in continuità con la linea del Partito democratico… E sulla politica gender non abbiamo ancora capito bene quale sia la sua posizione”.