Papa Francesco a 500mila cubani: “Non si servono ideologie”

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Settembre 2015 16:20 | Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2015 19:50
Papa Francesco a 500mila cubani: "Non si servono ideologie"

Papa Francesco a 500mila cubani: “Non si servono ideologie” (foto Ansa)

L’AVANA – Il “servizio” agli altri “non è mai ideologico, dal momento che non serve idee, ma persone”. Parla a una folla di 500mila persone, papa Francesco, in un’immagine fortemente evocativa: il papa a Plaza de la Revolucion, a L’Avana, accanto alla gigantografia di Che Guevara.

Secondo giorno del tour americano, il papa dice: “Non dimentichiamoci della Buona Notizia di oggi: la grandezza di un popolo, di una nazione; la grandezza di una persona si basa sempre su come serve la fragilità dei suoi fratelli. In questo troviamo uno dei frutti di una vera umanità”.

Caratterizzata dai due grandi ritratti murali di Che Guevara, con la scritta “Hasta la victoria siempre”, e di Josè Martì, uno dei padri dell’indipendenza del Paese dagli spagnoli, la Plaza de la Revolucion “Josè Martì”, dove papa Francesco celebra la messa all’Avana, è un luogo fortemente simbolico di Cuba, teatro di grandi adunate evocative della rivoluzione castrista. Può contenere oltre 600 mila persone.

Josè Martì, cui è intitolata, fu un giornalista e poeta (1853-95) militante contro l’occupazione spagnola di Cuba. Deportato prima in Spagna poi in Messico, visse in America Latina, a Parigi e New York, prima di tornare a Cuba dove venne ucciso in battaglia contro gli spagnoli. Conosciuto in vita per i saggi politici, Josè Martì è considerato oggi uno degli iniziatori della scuola poetica modernista dell’America Latina. Per l’arrivo del Pontefice vi è stata innalzata una grande scritta murale, “Misionero de la misericordia”.

Nel pomeriggio Papa Francesco ha incontrato l’anziano leader Fidel Castro.