Papa Francesco, perché sottrae la mano al bacio? Per umiltà, troppa riverenza. E l’anello piscatorio…

di Dini Casali
Pubblicato il 27 marzo 2019 12:14 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2019 12:14
Papa Francesco, perché sottrae la mano al bacio? Per umiltà, troppa riverenza. E l'anello piscatorio...

Papa Francesco, perché sottrae la mano al bacio? Per umiltà, troppa riverenza. E l’anello piscatorio…

ROMA – Hanno fatto il giro del mondo le immagini di Papa Francesco mentre, in visita al santuario della Madonna di Loreto, rifiutava il bacio che i fedeli in processione desideravano porgere alla venerabile mano. Un fatto insolito, perlomeno curioso, accentuato dal gesto, plateale, con cui il pontefice sottraeva la mano alle labbra già protese concedendo invece una più amicale stretta di mani. Chiariamo: non di un atto di sprezzante alterigia si tratta, piuttosto del contrario.

E’ nota l’insofferenza del papa argentino per gli eccessi cerimoniali e per l’ossequio e la riverenza esagerati, preferendo in effetti per la sua persona un profilo orientato a francescana umiltà. Ci sono poi altri motivi, diciamo così rituali, da sottolineare. In primo luogo, il protocollo vaticano imporrebbe di baciare non già la mano, ma l’anello del papa. Anello detto “piscatorio”, perché riferito al primo pontefice, San Pietro pescatore di anime. 

Un anello d’oro massiccio che alla morte del papa viene fuso e rimodellato per il successore: ora, è evidente, che non essendo il predecessore Ratzinger davvero deceduto, il rito è stato abbandonato. Di più: Papa Francesco indossa un anello di argento dorato (sempre per la francescana parsimonia nell’esibire simboli e insegne del potere papale). A dirla tutta, il cerimoniale prevedeva anche il “bacio della pantofola”, obbligo e appannaggio fino a qualche tempo fa riservati a regnanti, nobili e cardinali. (fonte Corriere.it)