Papa Francesco: “Preghiamo per le studentesse rapite in Nigeria”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Maggio 2014 20:38 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2014 20:38
Il tweet di Papa Francesco

Il tweet di Papa Francesco

ROMA – “Uniamoci tutti nella preghiera per l’immediato rilascio delle liceali rapite in Nigeria”. Lo ha scritto in un tweet Papa Francesco aderendo alla campagna #BringBackOurGirls. Una campagna lanciata per la liberazione delle oltre duecento ragazze sequestrate dal gruppo terrorista Boko Haram in Nigeria. In difesa delle liceali aveva parlato oggi anche la first lady, Michelle Obama.

“Voglio che sappiate che Barack – ha detto Michelle Obama in diretta televisiva – ha dato disposizioni al nostro governo perché faccia tutto il possibile per sostenere il governo nigeriano e trovare le ragazze e riportarle a casa”.

In quelle ragazze “Barack ed io vediamo le nostre figlie. Vediamo le loro speranze, i loro sogni”, ha detto Michelle in un messaggio che ha lanciato appropriandosi per una volta della “tribuna” riservata ogni sabato al marito, il consueto discorso presidenziale diffuso via radio e via internet.

Con lo sguardo accigliato, la first lady ha citato anche il caso di Malala Yousafzai, la ragazza pachistana a cui un talebano ha sparato alla testa perché aveva parlato a favore dell’istruzione per le ragazze della sua comunità. Malala, ha aggiunto, “fortunatamente e’ sopravvissuta e quando l’ho incontrata l’anno scorso ho potuto vedere la sua passione e determinazione, quando mi ha detto che l’istruzione delle ragazze e’ la sua missione”. Una missione che anche Michelle sembra ora aver fatto sua.