Papa Francesco: “Chi va a prostitute è un criminale”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 marzo 2018 15:36 | Ultimo aggiornamento: 19 marzo 2018 15:36
Papa Francesco vaticano

Papa Francesco: “Chi va a prostitute è un criminale”

ROMA – Papa Francesco attacca chi va a prostitute. Lo fa nel corso delle riunione pre-Sinodo al pontificio collegio internazionale Maria Mater Ecclesiae di Roma (a ottobre riunirà i vescovi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”).

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

“La prostituzione è un problema grave. Vorrei che i giovani lottassero contro questa pratica. Per favore: chi ha questa abitudine, la tagli”. E ancora, il Pontefice ha aggiunto: “Chi va con le prostitute è un criminale, questo non è fare l’amore. Questo è torturare una donna: non confondiamo i due termini”.

Papa Francesco racconta in proposito di essere stato “l’anno scorso a visitare una delle case delle ragazze liberate da questa schiavitù”. “È da non credere – dice – Una è stata rapita in Moldavia e portata legata a Roma, nel portabagagli”, con la minaccia che le avrebbero ucciso i genitori.

“Quelle che vengono per esempio dell’Africa vengono ingannate per un lavoro. Quando le portano nelle nostre città, quelle che resistono vengono torturate e a volte mutilate. Ci sono i giorni di ‘ammorbidimento’, quando arrivano: ti picchiano, torturano e alla fine cedi. Una delle ragazze mi ha detto che quando non ha portato la somma le hanno tagliato l’orecchio, ad altre hanno spezzato le dita. È una schiavitù di oggi. Qui in Italia, dobbiamo avere il coraggio di dirlo, i clienti, al 90 per cento sono battezzati cattolici. E sono anche tanti. Io penso allo schifo che devono sentire queste ragazze quando gli uomini le fanno fare delle cose”.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other