Papa Francesco: tampone lunedì scorso, in Curia piccolo cluster. E chiede un Natale non consumistico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Dicembre 2020 16:06 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2020 16:06
Papa Francesco, tampone effettuato

Papa Francesco: tampone lunedì, in Curia due positivi (Ansa)

Papa Francesco, tampone lunedì, in Curia si era registrato più di un caso. Il Pontefice è stato sottoposto in questi giorni in Vaticano, presso la Direzione Sanità e Igiene, al tampone per la diagnosi del contagio da coronavirus. Fonti vaticane specificano che l’esame è stato eseguito lunedì mattina.

Prima dell’udienza con i cardinali e i superiori della Curia romana per gli auguri natalizi.

Papa Francesco, tampone lunedì scorso

La necessità di sottoporre il Pontefice al tampone sarebbe stata decisa in seguito al riscontro della positività al Covid-19 di due cardinali con incarichi curiali.

L’elemosiniere Konrad Krajewski e il presidente del Governatorato Giuseppe Bertello.

Al tampone, sempre in Vaticano, è stato sottoposto nei giorni scorsi, prima di un’udienza del Pontefice, il cardinale arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro, poiché il suo segretario personale è stato trovato positivo al Covid-19.

Papa Francesco: “Natale non sia solo festa sentimentale o consumistica”

“Il Natale è diventato una festa universale, e anche chi non crede percepisce il fascino di questa ricorrenza. Il cristiano, però, sa che il Natale è un avvenimento decisivo, un fuoco perenne che Dio ha acceso nel mondo, e non può essere confuso con le cose effimere”.

Lo ha detto papa Francesco nell’udienza generale, che oggi ha dedicato a una riflessione sul Natale. “È importante che esso non si riduca a festa solamente sentimentale o consumistica – ha avvertito -.

[…] “Pertanto – ha proseguito il Pontefice -, è necessario arginare una certa mentalità mondana, incapace di cogliere il nucleo incandescente della nostra fede, che è questo: ‘Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

E noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità’ (Gv 1,14)”.

“E questo è il nocciolo del Natale – ha aggiunto -. Anzi, è la verità del Natale, non ce n’è un’altra”. (fonte Ansa)