Papa Francesco partito per viaggio n.9: Ecuador, Bolivia e Paraguay

Pubblicato il 5 luglio 2015 9:53 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2015 11:43
Papa Francesco

Papa Francesco

ROMA – Il Papa è partito domenica mattina dall’aeroporto romano di Fiumicino diretto a Quito, prima tappa del suo nono viaggio internazionale, che lo porterà prima in Ecuador, poi in Bolivia e Paraguay, con rientro a Roma lunedì 13 luglio. Fino a questo momento è il più lungo viaggio del pontificato, ed è la prima volta che il papa latinoamericano va di sua iniziativa nel suo continente: è stato a Rio nel 2013, ma per la Gmg che aveva convocato Benedetto XVI.

Nei giorni in sud America il Pontefice passerà dalle Ande alla zona amazzonica, cambiando diverse volte altitudine, per esempio con i 2.800 metri di Quito, i 4.000 di Guayaquil, i 4.000 di El Alto, l’aeroporto internazionale più alto del mondo. Il Pontefice incontrerà popoli di diverse etnie, indigeni, meticci, figli dell’immigrazione europea. Ascolterà diverse lingue, da quelle andine al guaranì che con lo spagnolo è una delle ufficiali in Paraguay. Cambierà tre fusi orari.

L’arrivo a Quito è previsto alle 15 ora locale, le 22 in Italia. Il Papa parteciperà alla cerimonia di benvenuto nell’aeroporto Mariscal Sucre e poi percorrerà circa 40 chilometri in papamobile per raggiungere la nunziatura, in quello che presumibilmente sarà il primo bagno di folla di questo viaggio. LUNEDI’ 6 LUGLIO papa Francesco si recherà nella città sull’Oceano Guayaquil, dove celebrerà la messa nel santuario della Divina misericordia; pranzerà con la comunità dei gesuiti del collegio “Javier”, tornerà a Quito (sempre in aereo) per la visita al presidente della Repubblica nel palazzo presidenziale, visiterà la adiacente cattedrale.

MARTEDI’ 7 LUGLIO il pontefice incontrerà i vescovi dell’Ecuador, celebrerà la messa nel Parco del Bicentenario, incontrerà il mondo della cultura e dell’università della Pontificia Uiversità Cattolica, incontrerà la società civile nella chiesa di San Francesco e compirà una visita privata alla Chiesa della Compagnia, cioè dei gesuiti.

MERCOLEDI’ 8 LUGLIO visiterà la casa per gli anziani di Madre Teresa, incontrerà il clero, e alle 12 partirà da Quito per La Paz, in Bolivia. Atterrerà all’aeroporto El Alto, dove ci sarà la cerimonia di benvenuto, nel pomeriggio compirà la visita di cortesia al presidente della Repubblica, incontrerà le autorità civili nella cattedrale di La Paz e partirà per Santa Cruz de la Sierra.

GIOVEDI’ 9 LUGLIO il Papa celebrerà al mattino la messa Santa Cruz nella pizza del Cristo Redentore, nel pomeriggio incontrerà i sacerdoti e ancora dopo parteciperà al II incontro mondiale dei movimenti popolari nel centro fieristico Expo Feria.

VENERDI’ 10 LUGLIO Visita al centro di rieducazione di Palmasola, subito dopo incontro con i vescovi della Bolivia, nella parrocchia di Santa Cruz, e cerimonia di congedo dalla Bolivia, all’aeroporto di Viru Viru. Alle 15 il Pontefice parte per Asuncion, dove verrà accolto con una cerimonia di benvenuto direttamente all’aeroporto “Silvio Pettirossi”. La stessa sera compirà una visita di cortesia al presidente, nel palazzo presidenziale della capitale paraguayana, nel cui giardino, subito dopo, incontrerà le autorità e il corpo diplomatico.

SABATO 11 LUGLIO Il Papa visiterà un ospedale pediatrico, subito prima di celebrare la messa nel piazzale del Santuario di Caacupé. Nel pomeriggio incontrerà i rappresentanti della società civile, e poi celebrerà i vespri in cattedrale, con i seminaristi e i rappresentanti dei movimenti cattolici.

DOMENICA 12 LUGLIO Papa Francesco visiterà la baraccopoli di Banado Norte, celebrerà poi la messa nel campo grande di Nu Guazù e in nunziatura incontrerà i vescovi del Paraguay. Alle 17 incontrerà i giovani sul lungofiume Costanera e alle 19 ora di Asuncion ripartirà per Roma, dove l’arrivo è previsto alle 13,43 di lunedì 13 luglio all’aeroporto di Ciampino.