Peccati da smartphone: adesso l’iPhone ti confessa

Pubblicato il 8 Febbraio 2011 17:39 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2011 20:19

Adesso l’iPhone ti confessa, con un’applicazione riconosciuta dalla Chiesa Cattolica americana. Come si fa? Basta scaricare l’applicazione “Confession”, partorita dalla mente di Patrick Leiner di Little iApps, e scrivere i propri peccati a un confessore virtuale, digitando sullo smartphone esattamente come se si fa con gli sms.

Protetta da una password, l’applicazione invita gli utenti a un esame di coscienza e a liberarsi dalle brutte azioni, ma non andrà a sostituire il confessionale della “vecchia scuola”. Averla sull’iPhone costa 1,99 dollari, ma per l’assoluzione definitiva bisogna comunque presentarsi davanti a un sacerdote.

Se meno di un mese fa il Papa Benedetto XVI ha dato la sua benedizione ai social network, la Chiesa Usa apre all’era digitale con questa trovata che ha riavvicinato i fedeli “smarriti” anche dopo 20 anni.