Pechino, inquinamento record da 4 giorni. Brasile-Argentina tra le polveri sottili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2014 16:02 | Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2014 16:16
Pechino, inquinamento record da 4 giorni. Brasile-Argentina tra le polveri sottili

Pechino, inquinamento record da 4 giorni. Brasile-Argentina tra le polveri sottili

PECHINO – Da quattro giorni Pechino è avvolta da nubi di smog. I livelli di polveri sottili PM 2,5 sono arrivati a 496, venti volte superiori a quelli considerati accettabili dall’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità.

Anche la parata di stelle, la partita evento Brasile-Argentina che si è giocata a Pechino sabato 11 ottobre (finita 2-0) si è così trasformata in un incubo. I calciatori, arrivati mercoledì, sono usciti solo due ore al giorno per andare allo stadio a fingere di allenarsi: 22 ore chiusi in albergo, con atleti come il brasiliano Diego Tardelli che accusavano bruciore agli occhi e improvvise allergie. Coutinho, l’ex centrocampista dell’Inter oggi al Liverpool, ha detto: “L’aria è strana, se ti distrai un attimo durante il giorno riapri gli occhi e pensi che sia mezzanotte”. Spaventato anche Robinho: “Respirare è una pena, ho la gola secca, è come stare accanto a un falò, come inalare fumo”.

L’allerta smog ufficiale è Arancio, un gradino sotto l’ordine di restare in casa con le finestre tappate.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other