Pedofilia, Brasile: prete pagò per bloccare un video hard su di lui

Pubblicato il 21 Aprile 2010 18:00 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2010 19:39

Un sacerdote di 82 anni accusato di pedofilia avrebbe pagato l’equivalente di 16 mila euro per evitare che il video che lo ritraeva in scene di sesso con un chierichetto fosse messo in circolazione.

Lo ha rivelato il legale di Luiz Marques Barbosa, ex parroco di Arapiraca, nello stato di Alagoas, dimesso dalle sue funzioni dal vescovo della diocesi locale, Valerio Breda, e messo agli arresti domiciliari domenica scorsa dalla giustizia brasiliana per pedofilia.

A ricattare il “monsignore” (titolo attribuito a Barbosa dal Vaticano) sarebbero stati due ex chierichetti, da lui abusati durante almeno otto anni, che lo ripresero con un cellulare mentre abusava di un terzo ragazzo. Inizialmente i due chiesero all’avvocato di Barbosa 5 milioni di real (poco piùdi due milioni d euro), ma finirono per accontentarsi di 40 mila real.

Secondo il legale Barbosa finì per pagare, ma i due ricattatori – che sono oggi i suoi principali accusatori – fecero comunque circolare il video, che fu trasmesso da una televisione locale. Le immagini provocarono molto scandalo, perché Barbosa era famoso nella regione per i suoi sermoni infuocati contro l’immoralità e la permissività.