Pedofilia: da due corti Usa sì a cause contro il Vaticano

Pubblicato il 28 Marzo 2010 10:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2010 10:18

Due corti federali americane, in Oregon e in Kentucky, hanno ammesso nei mesi scorsi la possibilità di azioni legali contro il Vaticano per dei casi di abusi sessuali, sulla base – sostengono gli avvocati in Oregon – che i preti nel mondo sono «impiegati» del papa e per questo lui ne è responsabile.

Lo riferisce l’edizione online del Washington Post. Il Vaticano – scrive il giornale americano – ha fatto ricorso alla Corte Suprema Usa per fermare il procedimento in Oregon. Intanto gli avvocati di entrambe le parti hanno incontrato due settimane fa a Washington dei funzionari governativi che potrebbero avere un ruolo determinante se il Vaticano – considerato un Paese straniero immune dalle azione legali – dovesse risultare parte in causa in un procedimento americano.