Peli, laggiù non li vogliamo più (80% donne in Usa e anche i maschi…)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 marzo 2018 9:22 | Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2018 9:22
Peli pubici, laggiù non li vogliamo più (80% donne in Usa e anche i maschi...)

Peli, laggiù non li vogliamo più (80% donne in Usa e anche i maschi…)

ROMA – Peli, laggiù non li vogliamo più. La tendenza a disfarsi o a limitare area e numero dei peli pubici è crescente, almeno in quel che si chiama Occidente, insomma Europa ed America del Nord.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

L’ultima rilevazione constata che negli Usa l’83 per cento della popolazione femminile si libera dei peli pubblici e di questo 83 per cento la metà lo fa totalmente. I maschi restano lontani da queste percentuali ma anche i maschi cominciano a praticare, sia pure ancora in numeri relativamente ristretti, l’eliminazione dei peli pubici.

Peli, perché non li vogliamo (vogliono) laggiù? Da notare che a non volerli e ad eliminarli sono in misura crescente i giovani rispetto ad altre fasce d’età. E sono i benestanti e gli istruiti molto più che gli indigenti o i poco scolarizzati. Insomma più sei giovane, senza particolari problemi di soldi e dotato di istruzione…meno i peli li vuoi laggiù.

Il perché, la motivazione addotta a spiegare la scelta è in genere quella che richiama ad una maggiore igiene del corpo data dall’eliminazione dei peli. Ma questa spiegazione-motivazione sembra proprio avere tutte le caratteristiche di un vestito cucito su misura per vestire appunto l’altra nuda e cruda motivazione, l’altro sostanziale perché. E il perché è una scelta estetica. Per quali vie giunga non è qui il luogo di analizzare, fatto sta che in un segmento anagrafico-sociale-culturale (giovani-benestanti-istruiti) si è formato un nuovo canone di bellezza corporea che prevede niente peli laggiù.

Niente di inconsueto che mutino anche radicalmente i canoni estetici, quel che piace e quel che in qualche modo deve piacere. Guardate ad esempio i film anni Cinquanta/prima metà assi Sessanta: i personaggi femminili, i sex simboli di allora oggi li definiremmo…iper curvy. E gli uomini, anche i fulgidi eroi, hanno tutti il giro vita dei pantaloni praticamente sotto ascellare-quasi Fantozzi.

Mutano i canone estetici, mutano anche i peli del nostro corpo. I capelli ogni 4/5 anni, i peli pubici ogni sei mesi, ogni mese quelli di braccia e gambe. Mutano e crescono: i 20/25 mila peli della barba maschile crescono di mezzo millimetro al giorno. I 120/150 mila capelli crescono di un centimetro e mezzo al mese. A proposito, i capelli degli asiatici crescono più veloci di tutti, i capelli degli europei sono i più folti.

Mutano i canoni estetici, mutano i peli del corpo, durante l’evoluzione della specie è mutato anche il rapporto tra la specie appunto umana e i peli. Continuiamo ad avere circa cinque milioni di follicoli piliferi ma a un certo punto dell’evoluzione (molte le teorie ma nessuno ha ancora documentato davvero perché) la specie umana ha virato verso un corpo molto più glabro di quasi tutte le specie di mammiferi. Restavano quei peli laggiù. Ora non li vogliamo (vogliono) più.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other